La Centrale del Latte di Salerno al fine di valorizzare maggiormente l’eccellenza dei propri prodotti ha deciso, su base volontaria, di garantire ai propri consumatori anche la competenza tecnica e la serietà professionale degli operatori delle prove analitiche interne, accreditando il proprio laboratorio di analisi.

Per accreditamento di un laboratorio di prova si intende il riconoscimento formale dato da un ente terzo (ACCREDIA) della competenza tecnica del laboratorio nell’effettuare determinate prove analitiche. I criteri di accreditamento sono definiti, a livello europeo, dalla norma armonizzata UNI CEI EN ISO/IEC 17025:2005 “Requisiti generali per la competenza dei laboratori di prova e di taratura”.

Ad inizio dell’anno 2015 la Centrale ha avviato il percorso interno dell’accreditamento, che si è concluso positivamente nel settembre 2015 con il conseguimento dell’accreditamento per le principali prove analitiche di routine sul latte:

Con la volontà di proseguire la propria attività di valorizzazione dei rapporti con il territorio e rafforzare la collaborazione con il mondo agricolo locale, la Centrale del Latte di Salerno, forte dell’esperienza maturata dai tanti anni di attività nel campo, ha trasferito il proprio laboratorio accreditato in località Cioffi di Eboli, con il fine di mettere a disposizione degli imprenditori locali i propri servizi analitici.

Il laboratorio è dotato di una ampia gamma di strumentazioni automatizzate e precise, in grado di raggiungere livelli di rilevabilità neppure immaginabili non molti anni fa ed i cui risultati consentono l’ottimizzazione delle produzioni lattiero casearie, dal miglioramento della qualità e della sicurezza delle materie prime alla standardizzazione del latte fino alla verifica dei prodotti finiti.

Fra la strumentazione di maggiore prestigio di cui il laboratorio dispone si evidenziano:

  • BactoScan™: strumento che utilizza la citometria a flusso, una tecnologia che consente un’analisi precisa ed istantanea della presenza batterica nel latte. Il BactoScan™ misura le qualità igieniche del latte contando le singole cellule batteriche ed il risultato è disponibile in pochi minuti, consentendo agli allevatori ed ai caseificatori di agire in fretta, al fine di preservare e migliorare la qualità del latte e delle proprie produzioni.

  • Il MilkoScan™: analizza i principali componenti del latte grezzo e lavorato per parametri Grasso, Proteine, Solidi totali, Solidi non grassi, Lattosio. Le analisi sono immediate ed i risultati utilizzabili per il pagamento, la standardizzazione ed il controllo del prodotto finale.

  • Il Fossomatic™ FC: esegue la conta delle cellule somatiche, parametro accettato dal mondo scientifico internazionale come standard di qualità del latte prodotto. Produrre latte con elevato numero di cellule somatiche diminuisce la resa casearia, la qualità e la salubrità del formaggio. L’importanza di conoscere il valore delle cellule somatiche nel latte è stata ribadita dall’Unione Europea con quattro punti fondamentali:

    • la conta delle cellule somatiche è un indicatore della sanità mammaria degli animali presenti in azienda;

    • tale conta è un importante indice di cambiamenti nella composizione del latte;

    • un elevato numero di cellule somatiche ha un impatto negativo sulla qualità dei prodotti derivati dalla lavorazione del latte (grassi e lattosio diminuiscono);

    • un elevato conteggio di cellule somatiche può avere implicazioni da non sottovalutare sulla sicurezza del consumatore.

Tenere sotto controllo con cadenza regolare (almeno mensile) l’andamento di questi parametri è dunque fondamentale per garantire una produzione qualitativamente elevata ed economicamente vantaggiosa.

La gamma di matrici alimentari che il Laboratorio può analizzare è molto ampia e spazia dalle materie prime delle industrie alimentari ai semilavorati fino ai prodotti finiti pronti per la tavola. Oltre a ciò, il Laboratorio è in grado effettuare anche tutte le analisi necessarie alla definizione dei parametri microbiologici di un prodotto, di un processo o di un ambiente di lavorazione, supportando il cliente nell’affrontare le problematiche collegate alle specifiche produzioni alimentari.

Molte delle prove microbiologiche e chimiche effettuate dal laboratorio seguono norme ufficiali o di enti riconosciuti a livello internazionale.

La partecipazione sistematica a proficiency test (circuiti inter-laboratori) forniti da aziende esterne garantisce la corretta applicazione dei metodi di analisi.